Alessandro Canino: la figlia Guya sulle orme del padre

0
368

Alessandro Canino, sua figlia Guya sta ripercorrendo le orme del padre tramite il progetto Hit Italy, il successo sembra esser tramandato di padre in figlia.

Alessandro Canino: chi è la figlia Guya (Getty Images)
Alessandro Canino: chi è la figlia Guya

Dopo l’Europa dell’Est adesso è la volta del Sud America, la figlia d’arte Guya tramite il progetto Hit Italy è sbarcata oltreoceano proponendo il repertorio dei diversi cantanti più amati all’estero.

Tra Adriano Celentano, si spazia a Toto Cutugno, per poi arrivare a Pupo e Albano, ci sono anche i Ricchi e Poveri con Umberto Tozzi. La figlia d’arte Guya, nasce come ballerina studiando all’accademia Opus Ballet di Firenze.

Il ballo è stata la sua prima passione, infatti la musica è di famiglia anche se il suo desiderio è sempre stato quello di cantare, il tutto è nato dall’incoraggiamento di suo padre.

All’età di 16 anni, comincerà ad aprire i concerti di Albano, Pupo e Riccardo Fogli, al tempo stesso lavorerà nell’agenzia di organizzazione concerti di sua madre, Silvia de Ieso.

La donna è anche la manager e produttrice esecutiva del progetto Hit Italy, accompagnando i cantanti sul palco, Guya riesce ad apprendere il mestiere proprio sul campo, sviluppando abilità anche come road manager.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Alessandro Canino, che fine ha fatto il cantante di ‘Brutta’

Alessandro Canino, il progetto di sua figlia Guya si chiama Hit Italy

Tramite il progetto la ragazza viaggia in Kazakistan, Uzbekhstan, Russia, Oman e Svizzera, vanta anche delle tourneè in Sud America. Con il tempo ha anche scritto e prodotto dei pezzi inediti.

Il suo primo singolo è stato “Sentimento fragile”, il quale è uscito in versione digital, la canzone è stata scritta dal chitarrista e dal leader del gruppo, lui è Enrico Santacatterina.

Suo padre è stato il cantante che con il passare del tempo è stato incluso nel progetto, adesso sono in 5 persone ad esibirsi sul palcoscenico. Suo padre da piccolo è stato un grande appassionato di musica, a sua volta spinto sempre da una figura maschile.

Il piccolo talento verrà notato da Giancarlo Bigazzi, il quale lo terrà sotto le sue ali sino al 1992, questo sarà un anno molto importante per il ragazzo talentuoso, proprio perché verrà selezionato al Festival di Sanremo, con Pippo Baudo.

Il conduttore vede nel ragazzo la scintilla tanto ricercata, tanto da volerlo come ospite nelle sue trasmissioni, mentre al Festival di Sanremo, il giovane porterà il brano “Brutta”, il quale si classificherà al 6° posto.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Che fine ha fatto la girl band delle Lollipop? Ecco com’erano e come sono

Grazie al brano il cantante vincerà il Telegatto come rivelazione musicale dell’anno

Pubblicherà il suo primo album, il quale vedrà una corista eccezionale, sarà Irene Grandi, ai suoi primi esordi. Nel 1997 il cantante comincerà a girare per l’Europa partecipando a diversi festival, nello stesso tempo aprirà un locale a Firenze, con l’unico scopo di far esibire gruppi emergenti.

Nel 2013 pubblicherà con l’etichetta “ROS Group”, il suo album “Io”, il quale contiene 12 brani inediti, nello stesso anno verrà premiato con il Leone d’Oro.

Il cantante parteciperà a diverse trasmissioni, come “Uno Mattina”, “Sottovoce – speciale Sanremo”, Domenica In di Mara Venier, Quelli che il calcio di Nicola Savino e Avanti un altro! Di Paolo Bonolis.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Stefania Casini, che fine ha fatto l’attrice simbolo degli anni Settanta

Nel 2017 avrà modo di partecipare allo show The Winner Is…, sarà Gerry Scotti a presentarlo, arrivando in finale e vincendo ben 35.000 euro.

Proprio nel 2019, il cantante è stato invitato all’Eurovision Song Contest in Romania, in questa occasione si è esibito con sua figlia Guya per riuscire a presentare il progetto di Hit Italy.