Iva Zanicchi, il racconto: “Ha rischiato di morire” e mette tutti in guardia

0
258

Iva Zanicchi rende pubblico cosa sta passando con la sua famiglia nelle ultime ore: “So cos’è, l’ho vissuto anch’io”, e usa parole forti

Iva Zanicchi
Iva Zanicchi (foto pagina Facebook)

La famiglia di Ivan Zanicchi da quando è esplosa la pandemia è stata particolarmente colpita. Anche la cantante lo scorso anno è rimasta contagiata e ricoverata, passando settimane infernali. Dopo aver perso varie persone care, ora il virus ha colpito la sorella, nella variante Delta. La donna ha 85 anni e se non avesse fatto la doppia dose, sarebbe morta, racconta la Zanicchi all’AdnKronos e coglie l’occasione per invitare la popolazione a vaccinarsi.

Proprio grazie al vaccino la sorella sta abbastanza bene. Si è accorta di essere rimasta contagiata perché doveva andare al mare ma avvertiva un po’ di mal di gol e stanchezza. A quel punto ha fatto il tampone ed è risultata positiva.

Il caso della sorella di Zanicchi non è il primo dove si risulta essere positivi nonostante il vaccino (Jasmine Carrisi, la figlia di Al Bano ad esempio, aveva fatto una dose) ma senza la condizione fisica potrebbe essere peggiore se non irreversibile.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Padre non vaccinato trasmette Covid al figlio di 2 anni

Iva Zanicchi contro i no vax: “Vanno isolati”

Antonio Zanicchi
Iva Zanicchi con il fratello Antonio, scomparso causa Covid (Foto Instagram)

La cantante e conduttrice si schiera a favore del vaccino, ma di quello obbligatorio: “So cos’è il Covid” ha detto, spiegando che se non ci si vuole somministrare il vaccino, questa persona va isolata: “No perché sono antidemocratica ma per la salvaguardia degli altri“. Se qualcuno non vuole vaccinarsi, ha spiegato, è libero di farlo, “ma io devo saperlo”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Battiti Live 2021: ecco cos’ha fatto emozionare Elisabetta Gregoraci

Per quanto riguarda il Green pass, invece, ha una posizione un po’ diversa perché non c’è molta chiarezza e a ciò avrebbe preferito la vaccinazione obbligatoria. Ha ricordato anche quando da piccoli la sua generazione fece il vaccino contro il vaiolo: “Nessuno ci chiedeva il permesso, ci mettevamo in fila e lo facevamo”. Quando lo scorso inverno ha contratto la malattia con lei fu ricoverato anche il fratello Antonio che purtroppo non ce l’ha fatta.