Obbligo vaccinale, in quali paesi è stato adottato

0
310

L’obbligo vaccinale è legge in alcuni paesi al mondo, soprattutto in alcuni dove la popolazione non è numerosa

Sia in Italia che in altri paesi europei è previsto l’obbligo vaccinale e dunque il Green pass. Mentre nel nostro paese si discute sull’estensione del vaccino a tutti i lavoratori pubblici e ad alcune categorie di privati (novità arriveranno in giornata dal Consiglio dei Ministri), in altri vige l’obbligo.

In Indonesia sono state scritte le regole per l’obbligo a febbraio, prima ancora che cominciasse la campagna vaccinale. Sono previste multe fino a 5 milioni di rupie, l’equivalente di circa 400 euro, una cifra davvero alta considerando che il salario minimo è di 250 euro circa. Più recentemente, dal 7 luglio, vaccini obbligatori in Turkmenistan per tutti i residenti che abbiano compiuto la maggiore età.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Green Pass sul posto di lavoro: cosa succede se non ce l’hai

Obbligo vaccinale, come funziona in altri paesi

Australia (Getty Images)

Iniziative del genere ovviamente si possono fare più facilmente in Stati piccoli dove è basso il numero ci persone residenti. È il caso degli Stati Federati di Micronesia, non lontano dalle Filippine, dove ci sono circa 100mila abitanti. Qui le misure restrittive sono sempre state dure e infatti non è mai stato registrato un caso a Covid dall’inizio della pandemia.

In Arabia Saudita non c’è distinzione tra lavoratori pubblici o privati, per lavorare in presenza tutti dovranno essere vaccinati, obbligo che vale anche per prendere i mezzi pubblici.

Questi i paesi dove l’obbligo vige senza considerare la professione. In altri Stati extra europei si adottano le misure del nostro continente, obbligando al vaccino chi fa determinati lavori.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Bari, la rapina finisce nel sangue: morta una donna di 81 anni. Preso l’assassino

In Australia, ad esempio, deve vaccinarsi chi lavoro nelle case di riposo con gli anziani mentre nella città di New York, prima in tutti gli Stati Uniti, è necessario il certificato di vaccinazione per entrare nei luoghi pubblici, come in Italia.