Massimo Lopez aggredito da un cinghiale: il racconto dell’attore

0
216

Massimo Lopez in un video postato su Instagram ha detto della sua disavventura e ha lanciato delle frecciatine alle istituzioni romane

Massimo Lopez (screen video Instagram)

Non è difficile trovare sul web video di animali a Roma che cercano tra i rifiuti, posti privilegiati per trovare cibo. Ne sa qualcosa anche l’attore Massimo Lopez che attraverso un video che ha postato su Instagram ha denunciato di essere stato aggredito da un cinghiale.

L’animale, ha raccontato, lo aveva puntato la scorsa sera quando era uscito con il sacchetto della spazzatura in mano per depositarlo nell’apposito bidone. “Mi ha puntato e si è messo a correre verso di me”.

Lopez per fortuna non viene raggiunto dall’animale mentre lancia il sacchetto verso il bidone ma non entra, non per la cattiva mira ma perché strabordava di rifiuti. “È così da settimane”, ha detto, con una puzza che si può immaginare, attirando gli animali. Lancia poi una frecciatina neanche troppo velata verso le istituzioni che dovrebbero gestire la situazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Giulia Quattrociocche è incinta: la romantica foto con il fidanzato

Massimo Lopez: “Ce la dobbiamo prendere con le bestie che dovrebbero risolvere”

Cinghiali tra i rifiuti a Roma (screen YouTube La7)

Si dice favorevole a chi sostiene che i cinghiali non vanno abbattuti: “Non bisogna ammazzare i cinghiali, forse ci sarebbe qualcun altro…”. La denuncia mediatica continua raccontando di altri episodi, di persone aggredite sempre dai cinghiali all’uscita dal supermercato mentre hanno in mano la spesa o di bambini che mangiando per strada e se la devono vedere con i gabbiani. E non usa certo parole dolci: “Ce la dobbiamo prendere con quelle bestie che si occupano di risolvere questo problema“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Sonnino, frontale tra moto sulla Frosinone-Mare: il drammatico bilancio

L’attore è comunque scoraggiato ed è infatti convinto di aver detto “un po’ di parole al vento”. Denuncia anche che la raccolta differenziata non funziona, che non solo i rifiuti non vengono raccolti ma che i netturbini che lo fanno gli dicono che è inutile differenziare perché raccolgono come capita. Un’amara riflessione e una costatazione dei fatti su com’è gestita la capitale da parte di un personaggio noto che arriva a poco tempo dalla tornata elettorale per eleggere il nuovo sindaco.