Dodi Battaglia, morte della moglie Paola: che malattia aveva

0
190

Dodi Battaglia quasi due mesi fa ha perso la donna che ha avuto accanto per circa vent’anni. “È dura”, ha dichiarato

Sono passati quasi due mesi dalla scomparsa della donna e il chitarrista dei Pooh è riuscito a parlarne in televisione. Ma il dolore resta.

Con la moglie Paola Toeschi

La settimana scorsa, quindi dopo circa un mese e mezzo dalla morte di Paola avvanuta lo scorso 6 settembre, Dodi Battaglia è stato ospite in tv, a Verissimo, nel salotto di Silvia Toffanin. “È più dura che quello che potessi immaginare“, ha detto, ricordando gli ultimi mesi della donna che è stata sua moglie per vent’anni. Durante la malattia, un tumore al cervello, ha raccontato, non ha mai perso la fede né ha mai avuto uno scatto di ira.

Dodi, Donato all’anagrafe, ha spiegato che è andata via allo stesso modo di come l’aveva conosciuta nel 2001: con il sorriso. Insieme hanno avuto anche un figlia ora adolescente, Sofì, “un sogno fantastico”, aveva scritto sul social qualche giorno dopo l’annuncio della morte.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Dodi Battaglia: “Ci avevano detto che stava meglio…”, il dramma dell’amico

Dodi Battaglia, come aveva conosciuto la moglie

Screen

Paola Toeschi era un’attrice e aveva lavorato girando alcune pubblicità. Proprio questo suo ingresso nel mondo dello spettacolo le aveva fatto conoscere Dodi che alle spalle aveva già due mogli e altrettanti divorzi.

Nasce prima la figlia ma la coppia non si sposa subito. Nel 2010 arriva la diagnosi di tumore e i due cercano di allontanare il dolore con la gioia, convolando a nozze l’anno successivo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Elisabetta Viviani, chi è la figlia Nicole: suo padre è Gianni Rivera

Paola è molto religiosa e come racconta anche le libro pubblicato da Piemme, Più forte del male, è devota della Madonna di Medjugorje. Il musicista il giorno del finerale ha detto che hanno passato gli ultimi giorni abbracciati: “Mi ha perdonato e mi ha stretto a lei in un abbraccio dicendomi ‘ti voglio bene’“.