Lorenzo Marone, grave incidente per lo scrittore: “Vivi per miracolo”

0
158

Lorenzo Marone in ospedale con la sua famiglia: “Pieni di ecchimosi e contusioni, una Jeep ha invaso la nostra corsia”

Tanta paura per lo scrittore napoletano Lorenzo Marone. Lo scorso 1 novembre è rimasto coinvolto in uno spaventoso incidente autobomilistico a sulla Statale 158, in Molise, tra Montaquila e Colli a Volturno.

Lorenzo Marone
Lorenzo Marone (foto Facebook)

È stato lui stesso che ha dato notizia con un post pubblicato oggi su Facebook. Ha postato l’articolo dove si racconta del fatto che ha coinvolto varie auto, spiegando che era in viaggio con la propria famiglia con la quale è stata ricoverata presso l’ospedale di Isernia. Per fortuna non si contano vittime: “Siamo vivi per miracolo“, ha scritto Marone. Flavia, la moglie, invece, “è messa un po’ peggio”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Finto fotografo di moda adescava minorenni: la denuncia choc

“Salvi per la fede e per la scienza”

Marone ha raccontato qual è stata la dinamica dell’incidente con una Jeep che improvvisamente ha invaso la corsia opposta in modo frontale. “C’è chi dice che siamo salvi grazie a qualcuno lassù, e forse è davvero”, ha detto, mostrando il suo “modo personale distare al mondo”, manifestando la fede.

Incidente a Montaquila (foto Vigili del Fuoco)

Lo scrittore sottolinea però che il peggio è stato evitato anche perché indossavano la cintura, così come la legge prescrive. “Siamo salvi per un po’ di fede, e un per po’ di scienza”, ha detto alla fine del post.

Chi è Lorenzo Marone

Classe 1974, una laurea in giurisprudenza e una carriera da avvocato durata qualche anno prima di dedicarsi completamente alla scrittura, nel 2015 pubblica per Longanesi La tentazione di essere felici: il libro è un successo con 18 edizioni in Italia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Stefano Puzzer, foglio di via da Roma: ecco cosa significa

L’anno successivo con la stessa casa editrice pubblica La tristezza ha il sonno leggero. Da Feltrinelli a Einaudi, vari sono gli editori e tanti i romanzi come Un ragazzo normale, Magari domani resto e tanti i premi che gli vengono riconosciuti. Collabora con La Stampa e l’edizione napoletana di Repubblica. È direttore della fiera Ricomincio dai libri.