Paola Tonoli, la scomparsa dell’insegnante: cosa sappiamo finora

0
233

Paola Tonoli, stanno continuando le ricerche della donna di 43 anni scomparsa durante la serata di Mercoledì a San Felice del Benaco in provincia di Brescia.

 

La donna è stata avvistata Giovedì mentre stava camminando lungo la strada che la portava al cimitero, l’estate scorsa la donna aveva perso improvvisamente suo figlio, sulla morte ha indagato la Procura.

Paola Tonoli, cosa sappiamo sulla scomparsa della donna (Foto dal web)
Paola Tonoli, cosa sappiamo sulla scomparsa della donna (Foto dal web)

Le ricerche sui fondali del Lago di Garda, sono state terminate, mentre le ricerche si sono spostate al suolo, la speranza principale è quella di trovare il prima possibile la donna 43enne scomparsa la sera di Mercoledì in via San Fermo a San Felice del Benaco in provincia di Brescia.

L’ultimo avvistamento risale a Giovedì le notizie divulgate sui social hanno messo in evidenza la testimonianza di una ragazza, la quale ha avvistato la donna durante la notte tra Mercoledì e Giovedì verso le 4.30 del mattino all’incrocio tra viale Italia e via delle Gere, la stessa via del cimitero.

Qualche minuto dopo, alle ore 5.45 di Giovedì la donna è stata avvistata e riconosciuta mentre stava passeggiando tra via Boschette e via degli Alpini a Portese, dopo quell’ora si sono perse completamente le tracce della 43enne.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:  Tené Mane: la bambina di 2 anni scomparsa in Puglia, cosa sappiamo

Paola Tonoli, è uscita di casa senza portare con sé il cellulare è ancora dispersa

La donna è uscita di casa alle ore 23.30 senza portare con sé la giacca o il telefono cellulare, i suoi famigliari pochi minuti dopo hanno denunciato la scomparsa, mentre i social si sono presto riempiti di appelli e foto che ritraevano la donna dispersa.

La 43enne ha i capelli corti ricci con un ciuffo, mentre al momento della scomparsa indossava una felpa nera, dei pantaloni verdi e delle scarpe nere. Gli stessi pantaloni e scarpe sono stati ritrovati qualche ora dopo sulla riva del Golfo di Manerba.

Le squadre di ricerca hanno cominciato le ricerche sul fondale del lago con i sonar nella zona del ritrovamento dei suoi oggetti personali. L’esito è stato negativo, così le ricerche si sono spostate per via terrena, tra i boschi e le vicinanze del luogo dove è stata avvistata per l’ultima volta.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:  Giovina Gioia Mariano, le ricerche dei familiari a 4 anni dalla scomparsa

La Procura sta indagando da diversi mesi sulla morte di suo figlio

La donna stava affrontando un momento difficile della sua vita, questo a causa della morte di suo figlio Samuele Freddi, il quale è stato trovato morto dopo aver avuto una ‘lite scherzosa’ con i suoi amici.

Il ragazzo dopo esser caduto a seguito del litigio, si recò nell’Ospedale di Gavardo per poi essere dimesso pochi minuti dopo, durante la notte dello stesso giorno, il ragazzo è stato trovato morto nella sua camera.

>>> POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:  Apprensione per Tenè, la piccola di due anni scomparsa da oltre un mese

Gli inquirenti e la Procura stanno ancora indagando sulle dinamiche e le vicende che hanno portato alla morte improvvisa del ragazzo, le accuse sono per omicidio preterintenzionale.

Nel frattempo il sindaco di San Felice del Benaco ha dichiarato che le attività di ricerca non si fermeranno e verranno vagliate tutte le ipotesi del caso, l’intenzione è quella di non lasciare nulla al caso e ritrovare la donna nel minor tempo possibile.