L’Eredità per l’Italia: torna Fiorella, giovane campionessa napoletana

0
1056

Torna su Raiuno L’Eredità per l’Italia con vecchi e nuovi campioni in sfida: riecco Fiorella, giovane campionessa napoletana.

(screenshot video)

Ieri è iniziata una nuova settimana con L’Eredità per l’Italia, con sei nuovi campioni che terranno compagnia al pubblico da adesso fino a qualche giorno, in onda su Raiuno. La scorsa settimana, soltanto una è stata la Ghigliottina vinta. Ce l’ha fatta Marco, il napoletano trapiantato a Gubbio, che ha vinto 35mila euro alla prima puntata.

Leggi anche –> L’Eredità per l’Italia: riecco Gabriele Toso, super campione piemontese

Tra i tanti concorrenti, abbiamo visto gareggiare Vanessa Adami, Carlo Lascialfari, Claudio Sorrentino e Roberta Pandolfi. Adesso siamo pronti per il secondo round, in attesa del ritorno di Martina Crocchia. Sicuramente in molti avranno gradito il ritorno di una campionessa della storia recentissima del quiz show, ovvero Fiorella.

Leggi anche –> L’Eredità per l’Italia: la rivincita di Adenia Verì, campionessa abruzzese

Cosa sapere su Fiorella, campionessa dell’Eredità

Simpaticissima e sempre col sorriso stampato in volto, la ragazza ha ottenuto un grande consenso da parte del pubblico. Originaria di Napoli, ma da un po’ di tempo residente per amore e per lavoro a Roma, è ingegnere presso una società elettrica. Sappiamo anche che la ragazza ha un fidanzato di nome Andrea ed è appassionata di paddle: “Tiro certi rovesci”, ha scherzato in trasmissione con il conduttore Flavio Insinna.

Come dicevamo, Fiorella è una campionessa della storia recentissima del programma: l’abbiamo infatti vista in gara a febbraio di quest’anno e la sua esperienza non è stata fortunatissima. La giovane ingegnera napoletana una sola volta è arrivata alla Ghigliottina, restando anche a bocca asciutta, ma per solidarietà torna in trasmissione. La settimana – per la cronaca – si è aperta ieri con il super campione Gabriele Toso che ha vinto alla Ghigliottina 32.500 euro, donati in beneficenza per sostenere il progetto Arca.