Il Gruppo Spinelli sceglie Roma per rilanciare il progetto politico europeo

 ›  ›  ›  › Il Gruppo Spinelli sceglie Roma per rilanciare il progetto politico europeo

Attualità,CK12 TV,Primo Piano

Il Gruppo Spinelli sceglie Roma per rilanciare il progetto politico europeo

spinelli-group-ck12

Schengen, Euro, Democrazia: dalla crisi a opportunità di unità politica. È il titolo dell’incontro, organizzato dal Gruppo Spinelli e ospitato alla Camera, che ha visto intervenire esponenti del Parlamento italiano ed europeo.
Il dibattito si è concentrato su quali strade si dovrebbero percorrere per un’ulteriore integrazione politica della UE, investita com’è da molteplici crisi che stanno mettendo a dura prova la sua stessa integrità. Da Sandro Gozi, Segretario di Stato per gli affari e le politiche europee a Vincenzo Amendola, Segretario di Stato, Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale, a Michele Bordo, Presidente del Comitato per le politiche dell’Unione europea della Camera dei Deputati e Vannino Chiti, presidente della commissione per le politiche dell’Unione europea nel Senato della Repubblica. Ed ancora Lia Quartapelle Procopio, membro della Camera dei Deputati, commissione affari Esteri e Elly Schlein, membro del Parlamento europeo. Tante le voci che hanno arricchito il dibattito facendo emergere parole chiave ormai ricorrenti soprattutto parlando di Europa.
Tra i problemi e le cause di indebolimento dell’Unione europea emersi nel corso dell’incontro non potevano mancare gli errori commessi durante la crisi finanziaria che hanno minato la fiducia tra i governi e i popoli europei, creando un pericoloso divario Nord-Sud ed erodendo la credibilità dell’Unione agli occhi dei suoi cittadini. L’Ue è ora vista da molti come un gioco a somma zero, in grado di fornire ai suoi cittadini un valore aggiunto in cima alle concessioni ottenute dai rispettivi governi del Consiglio europeo.
La crisi della migrazione è una prova ulteriore delle debolezze istituzionali e di governo dell’Unione. I muri e le recinzioni, che molti Stati hanno già alzato per bloccare l’arrivo dei migranti non garantiscono la sicurezza dei cittadini europei.
Secondo il Gruppo Spinelli l’Unione europea non è solo un’alleanza di Stati conclusione di accordi internazionali, ma una fonte di diritti e protezione per i suoi cittadini. I sei membri fondatori della prima Comunità europea hanno una responsabilità particolare nel progetto di integrazione e potrebbero utilizzare il 60° anniversario del Trattato di Roma, che si festeggerà nel 2017 a Roma, per avviare un’iniziativa per aprire le riforme istituzionali dell’UE. Il Parlamento europeo ha un ruolo di primo piano in tale processo, anche indicando un insieme coerente di riforme necessarie e l’Italia potrebbe assolvere un ruolo molto importante per rilanciare tale progetto.


© Riproduzione riservata

Il Gruppo Spinelli sceglie Roma per rilanciare il progetto politico europeo Reviewed by on 9 marzo 2016 .

Schengen, Euro, Democrazia: dalla crisi a opportunità di unità politica. È il titolo dell’incontro, organizzato dal Gruppo Spinelli e ospitato alla Camera, che ha visto intervenire esponenti del Parlamento italiano ed europeo. Il dibattito si è concentrato su quali strade si dovrebbero percorrere per un’ulteriore integrazione politica della UE, investita com’è da molteplici crisi che

Il Progetto

Testata regolarmente registrata presso il tribunale di Vibo Valentia (VV), Ck12 è un progetto la cui forza risiede solo nella passione e nella professionalità delle persone coinvolte. La testata si prefigge di informare ma allo stesso tempo di comunicare e promuovere, accendendo i riflettori e dando voce a tutti, soprattutto a chi spesso non ha la forza di arrivare ad un ampio pubblico.