Ministero della Salute e ANT firmano protocollo per accesso a cure palliative e terapia del dolore

 ›  ›  ›  ›  › Ministero della Salute e ANT firmano protocollo per accesso a cure palliative e terapia del dolore

Attualità,Politica,Primo Piano,Salute & Benessere

Ministero della Salute e ANT firmano protocollo per accesso a cure palliative e terapia del dolore

terapie dolore convenzione ANP- ministero salute

Il Sottosegretario alla salute, Vito De Filippo, e la presidente della Fondazione Assistenza Nazionale Tumori (ANT) Raffaella Pannuti, hanno firmato oggi nella sala Biblioteca del Ministero della salute un protocollo di intesa per definire e realizzare un programma di interventi sull’utilizzo e l’accesso alle cure palliative  e alla terapia del dolore, in linea con quanto previsto dalla legge 38 del 15 marzo 2010. L’ANT è una nota realtà no profit che opera a livello nazionale nell’ambito dell’assistenza medica specialistica domiciliare ai malati di tumore e della prevenzione oncologica.
«Il Protocollo – ha dichiarato il Sottosegretario De Filippo –  è un importante modello  di partenariato pubblico e no profit e di sinergie che hanno come fine ultimo la presa in carico dei bisogni della persona malata di tumore, quali cura ed assistenza, ma anche il mantenimento di uno stato di benessere e qualità della vita attraverso l’applicazione di strumenti  terapeutici atti a lenire le sofferenze»


© Riproduzione riservata

Ministero della Salute e ANT firmano protocollo per accesso a cure palliative e terapia del dolore Reviewed by on 21 settembre 2016 .

Ministero della salute e l’ANP hanno siglato un protocollo per realizzare un programma di interventi sull’utilizzo e l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore.



Profilo Google +:
http://www.ck12.it

Posta elettronica:
redazione@ck12.it

Il Progetto

Testata regolarmente registrata presso il tribunale di Vibo Valentia (VV), Ck12 è un progetto la cui forza risiede solo nella passione e nella professionalità delle persone coinvolte. La testata si prefigge di informare ma allo stesso tempo di comunicare e promuovere, accendendo i riflettori e dando voce a tutti, soprattutto a chi spesso non ha la forza di arrivare ad un ampio pubblico.