Musica alla Corte dei Borbone: la Musica Settecentesca in Libreria!

 ›  ›  › Musica alla Corte dei Borbone: la Musica Settecentesca in Libreria!

Copertina,Cultura & Eventi

Musica alla Corte dei Borbone: la Musica Settecentesca in Libreria!

DSC_0586_1_alla_corte_borbone

Grande successo di pubblico quello riscosso da Musica alla Corte dei Borbone, evento culturale-musicale svoltosi lo scorso 16 febbraio al Centro Studi Pietro Golia di Napoli. Diretto dal maestro Christian Deliso, il concerto – organizzato in collaborazione con l’Associazione Culturale Onlus Alma Mundi – ha visto al pianoforte Marcello Celentano ed alla voce il soprano russo Marina Zyatkova.

Il concerto si è aperto con “Inno al Re” di Giovanni Paisiello, in ricordo dei soldati duosiciliani che persero la vita durante l’Assedio di Gaeta svoltosi proprio nel mese di febbraio del 1861.

La serata musicale è poi proseguita all’insegna del meglio della musica settecentesca con l’esecuzione di composizioni di Giovan Battista Pergolesi, Domenico Scarlatti, Giuseppe Giordani Johann A. Hasse. I costumi dell’epoca indossati da manichini decorativi sono stati gentilmente offerti dall’A.A.C. 39 – Associazione Artistica Culturale Abbigliamento Nei Secoli e curati personalmente dal maestro Vincenzo Canzanella.

Servizio e Foto a cura di
Ivan Guidone


© Riproduzione riservata

Musica alla Corte dei Borbone: la Musica Settecentesca in Libreria! Reviewed by on 19 febbraio 2019 .

Grande successo di pubblico quello riscosso da Musica alla Corte dei Borbone, evento culturale-musicale svoltosi lo scorso 16 febbraio al Centro Studi Pietro Golia di Napoli. Diretto dal maestro Christian Deliso, il concerto – organizzato in collaborazione con l’Associazione Culturale Onlus Alma Mundi – ha visto al pianoforte Marcello Celentano ed alla voce il soprano russo Marina Zyatkova. Il concerto si è aperto con “Inno al Re” di Giovanni Paisiello, in

Il Progetto

Testata regolarmente registrata presso il tribunale di Vibo Valentia (VV), Ck12 è un progetto la cui forza risiede solo nella passione e nella professionalità delle persone coinvolte. La testata si prefigge di informare ma allo stesso tempo di comunicare e promuovere, accendendo i riflettori e dando voce a tutti, soprattutto a chi spesso non ha la forza di arrivare ad un ampio pubblico.