Padoan al Forum PA 2016. Annunciato protocollo MEF e Corte dei conti

 ›  ›  ›  › Padoan al Forum PA 2016. Annunciato protocollo MEF e Corte dei conti

Attualità,Economia,Politica

Padoan al Forum PA 2016. Annunciato protocollo MEF e Corte dei conti

ministro economia

Si è chiusa giovedì con la partecipazione del ministro dell’economia Pier Carlo Padoan la 27esemina edizione del Forum Pa 2016, che ha riunito per tre giorni al Palazzo dei Congressi di Roma oltre 14mila partecipanti, confermandosi il più importante evento di formazione, aggiornamento e confronto della pubblica amministrazione.
Intervenuto all’incontro dal titolo “Lo Stato innovatore: verso una PA 4.0 in un’economia 4.0, il ministro ha espresso la sua opinione sulla PA. <La Pubblica Amministrazione può essere un motore della crescita, perché la nuova dimensione dell’economia digitale e degli open data può essere sfruttata dalla PA forse meglio che dal settore privato. Nella PA ci sono molte best practice, sia italiane che internazionali, evidentemente c’è stato un fallimento gigantesco nella capacità di sfruttare al meglio queste risorse gigantesche. Ora bisogna passare alla generalizzazione di queste best practice: questa è la riforma strutturale fondamentale che è nell’agenda del Governo>.
<Economia 4.0 significa essere immersi nel flusso continuo dei dati, e la PA è una grande knowledge farm che lavora continuamente sui dati – ha spiegato Carlo Mochi Sismondi, presidente di FPA – Questo è uno stimolo per tutti noi, stiamo cercando di fare squadra, abbiamo i numeri per ripartire ma la parola d’ordine è farlo tutti assieme>.
Di leggi dell’industria 4.0 e investimenti digitali ha parlato Andrea Rangone, fondatore degli Osservatori digital innovation del Politecnico di Milano e CEO di Digital360. <In Italia mancano all’appello 23 miliardi di euro all’anno rispetto alla media dell’Europa a 28, e circa 300 milioni di euro di investimenti annui in start up high tech. Per non rimanere indietro servono un elettroshock culturale, una chiara scaletta delle priorità nell’agenda dei Governi e un ruolo trainante della PA, che in questo modo può modernizzare se stessa oltre che fare da stimolo e da esempio per tutto il sistema>.
Il concetto di Stato innovatore è stato al centro dell’intervento di Enza Bruno Bossio, Componente dell’Intergruppo parlamentare per l’innovazione tecnologica:  <Occorre puntare fortemente sul concetto di Stato Innovatore – ha detto – perché solo adeguandosi ai parametri dell’industria 4.0 si può evitare il declino. La PA deve avere un ruolo centrale di supporto ed investimento sul digitale, che inevitabilmente trasformerà la PA così come ha trasformato l’industria. Bene ha detto Rifkin quando ha parlato dell’immenso capitale creativo italiano come antidoto alla crisi: un capitale che deve essere adeguatamente supportato e incoraggiato dalla PA attraverso adeguate politiche di sostegno alle start up e di alfabetizzazione digitale>.
L’incontro è stato anche una buona occasione per annunciare la firma del protocollo d’intesa tra il MEF e la Corte dei conti per unificare le due banche dati sulle partecipazioni statali della PA, favorendo la semplificazione degli adempimenti di 8 mila enti territoriali: <un esempio di razionalizzazione della spending review> secondo le parole dello stesso Ministro.
Nella 27esmia edizione Ministri, amministratori di grandi città e piccoli centri, imprese, ricercatori si sono confrontati in oltre 90 eventi tra conferenze, tavole rotonde, laboratori, 3 grandi convegni di scenario e oltre 100 workshop, animati da oltre 900 relatori, su alcuni dei temi più recenti al centro dell’azione politica e soprattutto su come far sì che leggi e provvedimenti si traducano in tempi rapidi in innovazione che arriva nelle case delle persone.


© Riproduzione riservata

Padoan al Forum PA 2016. Annunciato protocollo MEF e Corte dei conti Reviewed by on 26 maggio 2016 .

Si è chiusa giovedì con la partecipazione del ministro dell’economia Pier Carlo Padoan la 27esemina edizione del Forum Pa 2016, che ha riunito per tre giorni al Palazzo dei Congressi di Roma oltre 14mila partecipanti, confermandosi il più importante evento di formazione, aggiornamento e confronto della pubblica amministrazione. Intervenuto all’incontro dal titolo “Lo Stato innovatore:

Il Progetto

Testata regolarmente registrata presso il tribunale di Vibo Valentia (VV), Ck12 è un progetto la cui forza risiede solo nella passione e nella professionalità delle persone coinvolte. La testata si prefigge di informare ma allo stesso tempo di comunicare e promuovere, accendendo i riflettori e dando voce a tutti, soprattutto a chi spesso non ha la forza di arrivare ad un ampio pubblico.